Home Attività Congressi e Convegni 2010 XXVII Congresso Nazionale SIMG. Da un sistema di linee guida ad un sistema di rete. 25-27 Novembre 2010

XXVII Congresso Nazionale SIMG. Da un sistema di linee guida ad un sistema di rete. 25-27 Novembre 2010

18 minuti di lettura
0
43

Atti Congressuali

Giornale del Congresso
- 26 Novembre 2010
- 27 Novembre 2010

Selezione di istantanee
Interviste e Filmati
- Gli obiettivi del 27° Congresso SIMG(Dott. Claudio Cricelli)
- Prevenzione al centro dei lavori del Congresso(Dott. Ovidio Brignoli)
-
Il VI Report di Health Search (
Dott. Giampiero Mazzaglia)
- Il successo di MilleGPG (Dott. Gerardo Medea)
- Come sarà l'influenza 2010 (Dott. Aurelio Sessa)
- Il progetto SISSI (Dott. Vincenzo Atella)
- L'importanza del Management (Dott. Giorgio Monti)
- Area Salute della donna (Dott. Raffaella Michieli)
- L'importanza della prevenzione (Dott. Luigi Canciani)
- Le novità in campo Cardiovascolare (Dott. Alessandro Filippi)
- Il ruolo della farmacovigilanza (Dott. Aurelio Sessa)
- Novità in Pneumologia (Dott. Germano Bettoncelli)
- Focus sull'infettivologia (Dott. Alessandro Rossi)
- Il ruolo del MMG nelle cure primarie (Dott. Pierangelo Lora Aprile)
- LDL ed eventi cardiovascolari(Dott.
Alessandro Battaggia)
- Da Informatica sanitaria a sanità elettronica (
Dott. Roberto Nardi)
- Inquinamento e salute dei cittadini (
Dott. Giovanni Invernizzi)
- MMG e Neoplasie (Dott. Maurizio Cancian)
- MMG e cure psichiatriche (Dott. Paolo Carbonatto)
- Le novità dell'Area Metabolica (Dott. Gerardo Medea)
- L'importanza della Prevenzione (Dott. Luigi Canciani)
- Le novità in campo cardiovascolare (Dott. Alessandro Filippi)
Articoli e Comunicati Stampa
- 26 Novembre 2010. Al Congresso SIMG presentato il primo rapporto nazionale sull’assistenza domiciliare
- 25 Novembre 2010. Si apre oggi a Firenze il 27° Congresso SIMG con la partecipazione di 2000 camici bianchi. I Medici di Medicina Generale promuovono il piano sanitario nazionale; "ogni giorno cogliamo i nuovi bisogni di salute del paese”

 

Programma definitivo

Scheda di iscrizione

Scheda di prenotazione alberghiera

 

Il 27° Congresso Nazionale SIMG si svolgerà a Firenze dal 25 al 27 novembre 2010.
Questo evento rappresenta il momento più importante d’incontro per la Medicina Generale e la nostra Società.L'auspicata riorganizzazione della Medicina Generale impone una riflessione sul ruolo attuale dei medici di famiglia e sui punti di forza da esaltare come peculiari della nostra professione: - la Medicina Generale nelle cure primarie consente la liberazione di risorse specialistiche - la Medicina Generale nelle cure primarie offre servizi e cure con percorsi appropriati lì dove nascono i bisogni, evitando la dispersione dell’erogazione, causa di costi indiretti e sociali.

L’obiettivo è l’efficienza clinica: un’eccellente organizzazione dei processi di cura produce tassi di salute ed outcome in grado di modificare in maniera sostanziale i profili di morbilità e mortalità delle patologie acute ma in particolare delle patologie croniche più frequenti. Ed è proprio sul terreno dell'efficienza clinica che si "gioca” il futuro della Medicina Generale, unico settore professionale esperto nella cosiddetta "Medicina della Complessità”, a differenza di tutte le altre Specializzazioni esperte nella "Medicina complicata”.

I medici di medicina generale sono gli unici in grado di coniugare le Linee Guida per la singola patologia con la comorbilità, le Cure con l’Assistenza, la gestione delle problematiche degli adolescenti e quelle degli anziani, i processi di integrazione degli assistiti con culture diverse, le situazioni famigliari complesse, i pazienti fragili e coloro che devono essere accompagnati alla fine della vita nelle loro case, accanto alle loro famiglie, nella rete delle cure territoriali. Sono gli unici esperti ai quali rimane in carico il paziente cronico per il quale non vale il paradigma "find it and fix it” ma quello assai più complesso della valutazione continua, dei Percorsi Terapeutici Integrati, dei Piani di Cura, della prevenzione delle complicanze e della migliore qualità di vita valutando le priorità di intervento rispetto alle risorse a disposizione. SIMG ha la pretesa, e questo Congresso ne darà le prove, di aver individuato la strada da percorrere e di aver individuato in questi anni un metodo scientificamente rigoroso da seguire per trasformare la Medicina Generale nel comparto leader delle Cure Primarie. Abbiamo realizzato gli strumenti, disponibili per tutti, che consentono al MMG di governare con consapevolezza, appropriatezza ed efficacia i percorsi clinico-assistenziali dei pazienti cronici. Ma anche di contribuire (ognuno con il proprio "piccolo” apporto) al miglioramento dell’efficienza del SSN.

Il tutto con uno sguardo al futuro. Avvertiamo la responsabilità di dover preparare un ricambio generazionale che possa raccogliere e rilanciare l’eredità maturata in questi 30 anni. Sentiamo il bisogno di favorire la scelta della professione di MMG e di trasferire queste preziose esperienze alle nuove generazioni di medici affinché ciò che abbiamo appreso costruendo giorno dopo giorno questa professione prosegua senza esitazioni e con ancor più fruttuosi risultati.

Pertanto l’impostazione del congresso 2010 prevederà:

  • l’apertura del congresso ai giovani MMG a partire dai tirocinanti della scuola di formazione specifica: li renderemo veri protagonisti nelle varie sessioni di lavoro

  • il risalto al lavoro, alle strategie operative, ai risultati ottenuti delle nascenti reti di MMG perché esse saranno le vere protagoniste delle trasformazioni future della professione

  • la presentazione dell’impatto degli strumenti di valutazione clinica ed economica messi a disposizione dei MMG italiani

  • il confronto con le istituzioni e il sindacato affinché tutto ciò possa diventare un solido supporto per una convenzione storica e una vera”svolta” per la professione.

Lo auspichiamo da anni. Ma i tempi sono maturi e la svolta non può più essere procrastinata.


COMUNICAZIONE PER I SOCI
27° Congresso Nazionale Società Italiana Medicina Generale
"Da un sistema di linee guida ad un sistema di rete"
caro Collega,
Il 27° Congresso Nazionale SIMG si svolgerà Firenze dal 25 al 27 Novembre 2010.
Questo evento, come è noto, rappresenta la principale "vetrina” della medicina generale italiana ed in particolare della nostra Società. Il Congresso Nazionale della SIMG, in quanto principale evento scientifico e politico della medicina generale italiana, sarà occasione di incontro e di dialogo per tutte le rappresentanze della professione, dalla medicina specialistica, all'università, agli infermieri, alle istituzioni ed alle rappresentanze dei cittadini.Nel programma congressuale, è previsto come al solito un ampio spazio per le Comunicazioni dei soci. Verrà anche ripetuta come ogni anno, la "Sessione poster” che permetterà agli autori che espongono il proprio lavoro, di rispondere alle eventuali domande dei colleghi interessati. Tutti i colleghi interessati troveranno gli aggiornamenti sul congressoall'indirizzo: www.simg.it

Anche questo annogli abstract dovranno essere inserititramite il sistema online, dove troverete anche tutte le istruzioni necessarie. E' necessario iscriversi al sito per ricevere una password che vi permetterà l'inserimento dell'abstract.
Per inserire l'abstract clicca qui
(cliccando sarete inviati direttamente al link: http://www.aimgroup.eu/2010/simg/info_sci.html, link da copiare se non funzionasse l'automatismo)
Il termine per la presentazione dei lavori è stato prorogato al 20 Luglio 2010.
Dopo tale data i lavori non verranno accettati. Il Comitato Scientifico valuterà l'ammissibilità e l'eventualmente presentazione in forma di comunicazione orale o di poster. Di tale decisione verrà data opportuna informazione agli autori.

Per aiuti e suggerimenti sono disponibili tutti i membri del Comitato Scientifico del Congresso, vi invitiamo comunque a inviare eventuali richieste alla coordinatrice Raffaella Michieli scrivendo a: michieli.raffaella@simg.it

Il Comitato Scientifico

Germano Bettoncelli
Ovidio Brignoli
Gaetano D'Ambrosio
Alessandro Filippi
Bruno Franco Novelletto

Pierangelo Lora Aprile
Raffaella Michieli
Maria Stella Padula
Italo Paolini
Giuseppe Ventriglia

 

 


RAZIONALE DEL CONGRESSO

 

L'auspicata riorganizzazione della Medicina Generale impone una riflessione sul ruolo attuale dei medici di famiglia e sui punti di forza da esaltare come peculiari della nostra professione:
  • la MG nelle cure primarie consente la liberazione di risorse specialistiche
  • la MG nelle cure primarie offre servizi e cure con percorsi appropriati lì dove nascono i bisogni, evitando la dispersione dell'erogazione, causa di costi indiretti e sociali

L'obiettivo è l'efficienza clinica: un'eccellente organizzazione dei processi di cura produce tassi di salute ed outcome in grado di modificare in maniera sostanziale i profili di morbilità e mortalità delle patologie acute ma in particolare delle patologie croniche più frequenti. Ed è proprio sul terreno dell'efficienza clinica che si "gioca” il futuro della Medicina Generale unico settore professionale esperto nella cosiddetta "Medicina della Complessità” a differenza di tutte le altre Specializzazioni esperte nella "Medicina complicata”.

I medici di medicina generale sono gli unici in grado di coniugare le Linee Guida per la singola patologia con la comorbilità, le Cure con l'Assistenza, la gestione delle problematiche degli adolescenti e quelle degli anziani, i processi di integrazione degli assistiti con culture diverse, le situazioni famigliari complesse, i pazienti fragili e coloro che devono essere accompagnati alla fine della vita nelle loro case, accanto alle loro famiglie, nella rete delle cure territoriali. Sono gli unici esperti ai quali rimane in carico il paziente cronico per il quale non vale il paradigma "find it and fix it” ma quello assai più complesso della valutazione continua, dei Percorsi Terapeutici Integrati, dei Piani di Cura, della prevenzione delle complicanze e della migliore qualità di vita valutando le priorità di intervento rispetto alle risorse a disposizione.

SIMG ha la pretesa, e questo Congresso ne darà le prove, di aver individuato la strada da percorrere e di aver individuato in questi anni un metodo scientificamente rigoroso da seguire per trasformare la Medicina Generale nel comparto leader delle Cure Primarie. Abbiamo realizzato gli strumenti, disponibili per tutti, che consentono al MMG di governare con consapevolezza, appropriatezza ed efficacia i percorsi clinico-assistenziali dei pazienti cronici. Ma anche di contribuire (ognuno con il proprio "piccolo” apporto) al miglioramento dell'efficienza del SSN.

Il tutto con uno sguardo al futuro. Avvertiamo la responsabilità di dover preparare un ricambio generazionale che possa raccogliere e rilanciare l'eredità maturata in questi 30 anni. Sentiamo il bisogno di favorire la scelta della professione di MMG e di trasferire queste preziose esperienze alle nuove generazioni di medici affinchè ciò che abbiamo appreso costruendo giorno dopo giorno questa professione prosegua senza esitazioni e con ancor più fruttuosi risultati.

Pertanto l'impostazione del congresso 2010 prevederà:

  • l'apertura del congresso ai giovani MMG a partire dai tirocinanti della scuola di formazione specifica: li renderemo veri protagonisti nelle varie sessioni di lavoro
  • il risalto al lavoro, alle strategie operative, ai risultati ottenuti delle nascenti reti di MMG perché esse saranno le vere protagoniste delle trasformazioni future della professione
  • la presentazione dell'impatto degli strumenti di valutazione clinica ed economica messi a disposizione dei MMG italiani
  • il confronto con le istituzioni e il sindacato affinché tutto ciò possa diventare un solido supporto per una convenzione storica e una vera ”svolta” per la professione.

Lo auspichiamo da anni. Ma i tempi sono maturi e la svolta non più essere procrastinata.

Carica più articoli correlati
Carica ancora in 2010

Leggi Anche

4° Congresso Regionale SIMG Calabria; La MG Calabrese per una Calabria sana e sostenibile. Reggio Calabria 29-30/10/2010

I documenti relativi al Congresso sono disponibili come file "Pdf" di Adobe© Reader Progra…