Home Notizie Comunicati Stampa Anno 2013 La SIMG: “Vaccinazione antinfluenzale gratuita anche per gli over 50” – Ogni settimana 150.000 persone colpite da patologie respiratorie

La SIMG: “Vaccinazione antinfluenzale gratuita anche per gli over 50” – Ogni settimana 150.000 persone colpite da patologie respiratorie

4 minuti di lettura
0
21

COMUNICATO STAMPA

I dati della rete Influnet si riferiscono al periodo compreso tra il 14 ottobre e il 10 novembre

LA SIMG: “VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE GRATUITA ANCHE PER GLI OVER 50”

OGNI SETTIMANA 150.000 PERSONE COLPITE DA PATOLOGIE RESPIRATORIE ACUTE

Il presidente Claudio Cricelli: “Seguiamo l’esempio americano e estendiamo l’immunizzazione ad altre categorie”. Oltre 600.000 gli italiani costretti a letto. Il virus verrà isolato nella prima metà di dicembre.

Firenze, 22 novembre 2013 – “Estendiamo la vaccinazione gratuita alla popolazione degli Over 50. L’abbassamento dell’età minima è già stato adottato in diversi Paesi europei tra cui la Gran Bretagna. Per l’Italia si tratterebbe di aggiungere ai circa 12 milioni di over 65 altri 7-8 milioni di persone, vaccinando praticamente un terzo della popolazione”. È l’appello del dr. Claudio Cricelli, presidente della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) durante la seconda giornata del 30° Congresso dei medici di famiglia in corso a Firenze. “Anche la circolare pubblicata dal Ministero della Salute con le raccomandazioni per la stagione 2013-2014 annuncia che le istituzioni coinvolte inizieranno una discussione in questo senso – continua Cricelli –. Numerosi studi farmaco-economici dimostrano la piena sostenibilità della vaccinazione al di sopra dei 50 anni. Uno di questi riporta addirittura che per l’Italia l'estensione di indicazione genererebbe un risparmio. Potremmo quindi sperimentare anche nel nostro Paese questa pratica, valutando poi il risultato in termini di costi ed efficacia dell’immunizzazione”. Il vaccino rimane la vera arma di prevenzione contro l’influenza. “Rappresenta una importante misura di protezione individuale e di tutela della salute pubblica, perché riduce le complicanze al proprio stato di salute, evita ricoveri a volte inutili e favorisce l’efficienza dell’assistenza sanitaria – continua Cricelli –. Per questo rivolgiamo un appello a tutti gli italiani, in particolare alle categorie più a rischio come over65 e bambini, perchè si sottopongano alla vaccinazione”. Gli italiani, invece, sembrano ancora diffidenti. “Ogni settimana sono 150.000 i connazionali costretti a letti da patologie respiratorie acute o sindromi parainfluenzali – aggiunge il dott. Aurelio Sessa, presidente regionale SIMG Lombardia e medico sentinella –, numero che sale a oltre 600.000 se consideriamo il periodo tra il 14 ottobre e il 10 novembre. Come nel 90% delle stagioni precedenti, il virus verrà isolato nella prima metà di dicembre, il che darà il via alla vera stagione influenzale. Il bilancio di questa prima fase di immunizzazione è positivo per quanto riguarda la popolazione anziana, meno per quanto riguarda gli under 65, i bambini portatori di patologie croniche e le altre categorie protette. Per questo rimane fondamentale l’impegno del medico di famiglia, che deve costantemente e quotidianamente ricordare l’importanza della vaccinazione ai cittadini e ai pazienti”.

 

Intermedia

Ufficio stampa

030.226105

intermedia@intermedianews.it

 

Carica più articoli correlati
Carica ancora in Anno 2013

Leggi Anche

La SIMG: “L’aspirina protegge dal cancro – Mortalità ridotta del 34% in 5 anni”

COMUNICATO STAMPA Al congresso dei medici di famiglia viene lanciato il progetto “2014 ann…