Home Notizie Comunicati Stampa Anno 2003 20 Maggio 2003. Report del Primo Congresso Simg Marche e Umbria

20 Maggio 2003. Report del Primo Congresso Simg Marche e Umbria

6 minuti di lettura
0
54

Report del:
I Congresso interregionale Simg Marche-Umbria
I Congresso Nazionale Area Gastroenterologia
I Congresso Nazionale Area Infettivologia

Dalla Formazione alla pratica clinica: il percorso della qualità delle cure
Assisi (Pg), 16-17/5/2003. Grand Hotel 10 Maggio 2003.

Si è svolto ad Assisi, nel pomeriggio di Venerdì 16 e per l’intera giornata di Sabato 17 Maggio, il congresso, organizzato dalla SIMG di Marche ed Umbria (1° congresso interregionale) e dalle aree progettuali nazionali gastroenterologica ed infettivologica (1° congresso nazionale, con coordinatori nazionali di area rispettivamente il Dr. Enzo Ubaldi e il Dr. Alessandro Rossi) ), dal titolo: “dalla formazione alla pratica clinica: il percorso della qualità delle cure”.

L’evento congressuale ha visto un’ampia partecipazione dei Medici di Medicina generale delle due regioni (oltre 300) ed è stato caratterizzato dall’alternarsi di momenti di vera e propria formazione professionale a spazi di riflessione politica.

I momenti formativi con il succedersi di corsi professionalizzanti relativi alle due aree progettuali (diagnostica ambulatoriale dei disturbi digestivi, trattamento di CAP ed ITU), letture accademiche ( celiachia, epatite C, antibioticoterapia) e

 una sessione dedicata a progetti e lavori di ricerca presentati da MMG appartenenti alla SIMG di Marche, Umbria e del vicino Abruzzo, sono stati seguiti con grande interesse dai numerosi mmg presenti, nonostante la densità e l’impegno del programma congressuale..Preceduti dal saluto delle autorità, tra cui il Vicesindaco del Comune di Assisi, il Presidente dell’Ordine dei medici di PERUGIA, Dr. Graziano Conti e il senatore Di Girolamo, membro della commissione sanità del Senato, i Presidenti regionali Alessandro Rossi ed Italo Paolini hanno introdotto i temi congressuali richiamando la continuità e l’impegno della linea politica della SIMG verso i temi della qualità professionale all’interno di un sistema sanitario sempre più regionalizzato, l’insegnamento pre-laurea della medicina generale come momento importante nel percorso verso il riconoscimento della specificità culturale della Medicina Generale .

I principali temi politici si sono sviluppati con le relazioni di Claudio Cricelli, Ovidio Brignoli, Giuseppe Ventriglia e Fabio Samani cui si sono alternati e “contrapposti” l’assessore regionale alla sanità dell’Umbria, Dr. Rosi e il Dr. Mannucci, delegato dall’assessore alla sanità delle Marche. Sono stati evidenziati il ruolo delle società scientifiche in generale e della SIMG in particolare nello sviluppo della qualità professionale, del percorso di costruzione di indicatori che limitino il danno che le logiche economicistiche rivolte per lo più a spesa farmaceutica e medicina generale, possono produrre proprio sulla qualità della professione.

I dati e le analisi che la SIMG è in grado di produrre con il suo istituto di ricerca nazionale, Health Search, alcuni illustrati nel congresso, costituiscono, in quest’ottica, un grande risultato del lavoro di questi anni e una risorsa preziosa per il il futuro. Il percorso della qualità inizia o dovrebbe iniziare con una formazione pre-laurea in medicina generale e su questo tema una interessante tavola rotonda, magistralmente moderata dal Dr. Aldo Pagni, ha messo a confronto le esperienze delle due regioni con l’intervento dei presidenti degli ordini dei medici di Perugia ed Ancona (Dr. Conti, Dr. Borromei), rappresentanti delle due università (Prof. Marconi e Prof. Danieli) e del Presidente della Scuola Umbra di Medicina Generale (Dr. Scarponi) che ha illustrato i risultati e i problemi derivanti da una iniziativa sperimentale di collaborazione, realizzata in Umbria.

Il convegno si è chiuso con l’annuncio del 2° congresso che, rispettando una periodicità biennale, verrà organizzato, nel 2005, nelle Marche.

Carica più articoli correlati
Carica ancora in Anno 2003

Leggi Anche

10 Maggio 2003. SKIN CANCER DAY: il punto di vista dei Medici di Famiglia

Il tasso di incidenza del melanoma maligno è aumentato a livello mondiale di circa il 15% …