Home Notizie Comunicati Stampa Anno 2018 SIMG: “Il numero dei medici sia legato alla programmazione vanno definiti percorsi di qualità nell’interesse dei cittadini”

SIMG: “Il numero dei medici sia legato alla programmazione vanno definiti percorsi di qualità nell’interesse dei cittadini”

1 minuti di lettura
0
338

Firenze, 17 ottobre 2018 – “Programmare il numero dei medici senza programmarne la qualità e definire il loro ruolo è il contrario di qualunque obiettivo che un buon sistema sanitario deve perseguire. I problemi legati alla carenza dei professionisti dipendono da gravi errori di programmazione. Ma preparare molti medici in strutture inadeguate per mancanza di adeguate risorse formative è un rimedio peggiore del male”. È la dichiarazione del dott. Claudio Cricelli, presidente SIMG (Società italiana di medicina generale e delle cure primarie), di fronte alla proposta di abolire il numero chiuso nelle Facoltà di Medicina. “Le Società Scientifiche sono custodi della qualità delle cure di questo Paese e sono contro le sanatorie e il conferimento all'ammasso dei professionisti sanitari – continua il dott. Cricelli -. Siamo pronti a collaborare con le Associazioni Mediche, i Ministeri e con le Istituzioni per affrontare insieme percorsi di qualità nell'interesse dei cittadini del nostro Paese”.

 

Ufficio stampa SIMG

Intermedia

3351892975 – 3487637832

intermedia@intermedianews.it

Carica ancora in Anno 2018

Leggi Anche

SIMG – Sanità territoriale in Lombardia al bivio: mancano i medici di famiglia, rimasti scoperti fino al 90% dei posti disponibili. Dal 2030 cambierà l’andamento

Lunedì 20 maggio 2024 Il 25 maggio ad Assago si apre il Congresso regionale Lombardia dell…