Home Notizie Comunicati Stampa Anno 2009 26 Novembre 2009. Si apre Firenze il 26° Congresso SIMG con la partecipazione di 1500 camici bianchi.OBIETTIVI CONCRETI, ECCO COME CAMBIA LA MEDICINA DI FAMIGLIA

26 Novembre 2009. Si apre Firenze il 26° Congresso SIMG con la partecipazione di 1500 camici bianchi.OBIETTIVI CONCRETI, ECCO COME CAMBIA LA MEDICINA DI FAMIGLIA

6 minuti di lettura
0
16

Il presidente Claudio Cricelli: “Per primi abbiamo introdotto uno strumento per comparare i costi delle cure con i risultati. Siamo al centro della ri-creazione del sistema”

 


Firenze, 26 novembre 2009 – “Per la prima volta nella storia sanitaria del nostro Paese, la medicina generale acquisterà non solo un volto nuovo, ma anche un assetto definito”. Si apre oggi a Firenze il 26° Congresso della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) e il presidente Claudio Cricelli sottolinea l’importanza della ri-creazione della professione e della centralità del ruolo del medico di famiglia. “Dopo tanti anni di disegni e proposte astratte – spiega Cricelli -, si apre oggi, grazie alle linee di indirizzo del Viceministro della Salute Ferruccio Fazio, una nuova stagione, quella della progettualità. Non più disegni faraonici e irrealizzabili, ma obiettivi raggiungibili nell’immediato indicando alcuni chiari strumenti da cui iniziare”. I primi risultati pratici si cominciamo già a vedere, anche se ancora nella fase di avvio: l’integrazione delle cure primarie, l’assistenza sanitaria sul territorio 24 ore su 24, l’utilizzo degli strumenti informatici, la clinical governance. L’attuale processo di trasformazione del sistema sanitario è dettato da impulsi pratici. “Compito delle nostra associazione – continua Cricelli – è offrire soluzioni concrete. E lo abbiamo fatto. Grazie ai nostri sforzi la medicina generale è oggi la prima professione realmente valutabile della sanità italiana. Siamo infatti in grado di misurare l’impatto di ogni decisione diagnostica e terapeutica e il beneficio che il paziente ricava da ogni ‘euro’ investito dal sistema sanitario. Abbiamo infatti introdotto uno strumento di valutazione economica per comparare i costi delle cure erogate con i risultati. E per dimostrare che ogni unità di costo, farmaco prescritto, ricovero eseguito, richiesta di accertamento diagnostico è finalizzata a un risultato”. È l’ultimo tassello di un percorso iniziato dalla SIMG anni fa con l’introduzione di strumenti pratici, dotati di validazione scientifica, con cui effettuare la ricerca epidemiologica, la valutazione della qualità, la segnalazione dei rischi, degli effetti collaterali e di impatto delle malattie. Per citare solo due esempi: la rete Health Search per monitorare le terapie e quella dei medici sentinella per l’influenza. “Vogliamo offrire solidità scientifica e professionale a tutte le soluzioni che sviluppiamo –  sottolinea Cricelli -. Ciò significa che al di là dei modelli organizzativi, propri di ciascuna Regione, di ciascun distretto e realtà locale, è necessario praticare una buona medicina che non può derivare che da una buona pratica. Quest’ultima è legata all’osservazione scientifica, da cui dipende anche l’erogazione delle migliori cure possibili al cittadino”.


 


“Insieme per un’assistenza personalizzata” (Le nuove idee per il futuro. Opportunità e strumenti per la medicina generale nelle cure primarie) è il titolo del Congresso SIMG di quest’anno: la medicina generale oggi è chiamata ad assumere un ruolo da vera protagonista e a giocare una partita decisiva per rispondere alla trasformazione del sistema ed alla mutata domanda di salute dei cittadini. I cambiamenti che avverranno dovranno corrispondere un’impostazione metodologicamente corretta del processo di diagnosi e di cura specifico per “quel” paziente affetto da “quel” problema. Nel corso della prima giornata congressuale ampio spazio è riservato alle novità in tema di epatite B cronica e alla steatosi epatica, al rapporto tra malattie respiratorie e ambiente e alla gestione del paziente diabetico. Nel corso delle altre due giornate dei lavori, si parlerà, tra gli altri argomenti, di cure palliative e del dolore cronico, dei pazienti ad alto rischio cardiovascolare, dei nuovi volti dello scenario contraccettivo e della prevenzione nelle diverse età della donna. Sempre venerdì 27 novembre alle 17 è previsto l’intervento del Viceministro alla Salute Ferruccio Fazio. Sabato 28 verranno approfonditi i temi della gestione dello scompenso cardiaco, del paziente affetto da demenza, e della prevenzione e terapia del carcinoma della prostata.


 


 


Ufficio stampa


Intermedia


335265394 – 3351892975 - 3479186442


intermedia@intermedianews.it

Carica più articoli correlati
Carica ancora in Anno 2009

Leggi Anche

La SIMG svela il suo progetto di rifondazione (dal GdM 24/2009 di A. Santoro)

Praticherà la medicina d'iniziativa, farà governo clinico, sarà collegato in rete con il S…