Home Notizie Comunicati Stampa Anno 2010 2 Novembre 2010. Inaugurato oggi a Firenze. È realizzato in collaborazione con l’Università Cattolica di Roma. MEDICI DI FAMIGLIA, NASCE IL CENTRO NAZIONALE DI HTA, ECCO COME USARE AL MEGLIO LE TECNOLOGIE SANITARIE

2 Novembre 2010. Inaugurato oggi a Firenze. È realizzato in collaborazione con l’Università Cattolica di Roma. MEDICI DI FAMIGLIA, NASCE IL CENTRO NAZIONALE DI HTA, ECCO COME USARE AL MEGLIO LE TECNOLOGIE SANITARIE

4 minuti di lettura
0
49

Claudio Cricelli, presidente SIMG: "è uno strumento utile per ricavare i maggiori benefici dalle terapie, anche dopo l’introduzione in commercio. Garantito il costante monitoraggio”

 

Firenze, 2 novembre 2010 – Avere una fotografia di come ogni nuova tecnologia sanitaria possa essere utilizzata al meglio, per trarne i maggiori benefici a vantaggio sia del paziente che del Servizio Sanitario Nazionale. È l’obiettivo del Centro Nazionale di HTA (Health Technology Assessment) della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), il primo in Italia di questo genere, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Igiene del Policlinico Gemelli dell’Università Cattolica di Roma diretto dal prof. Walter Ricciardi e inaugurato oggi a Firenze nel corso di un seminario sul tema.
"Vogliamo indicare la via per il buon uso delle terapie – spiega il dott. Claudio Cricelli, presidente della SIMG -, non solo prima della registrazione ma soprattutto dopo l’introduzione in commercio. Siamo infatti in grado di realizzare un monitoraggio in tempo reale dei comportamenti dei medici in rapporto alle abitudini prescrittive e ai risultati ottenuti con l’impiego delle diverse risorse sanitarie, ad esempio di una soluzione farmacologica, di un dispositivo o di una terapia medica. In tal modo possiamo evidenziare i benefici che derivano da questi strumenti se usati in maniera appropriata e suggerire al nostro interlocutore, cioè al Servizio Sanitario Nazionale, le soluzioni da adottare”. Analisi preliminare all’introduzione delle tecnologie sanitarie e monitoraggio costante sono i principi ispiratori del Centro di HTA della SIMG, che riunisce i risultati delle iniziative sviluppate dalla Società scientifica (da Health Search, al progetto SISSI, alla rete MilleGPG).
"L’esperienza maturata in questi anni – continua il dott. Cricelli - ci permette di disporre di conoscenze approfondite della epidemiologia della popolazione italiana, dei costi associati ai comportamenti dei medici, della qualità delle prestazioni erogate, e quindi, di avere una capacità di valutazione dell’impatto delle nuove soluzioni sanitarie”. Il Centro di HTA della SIMG copre tutte le aree terapeutiche che interessano la medicina generale. "La nostra analisi – conclude il dott. Cricelli - si estende a tutti i farmaci inseriti nel piano terapeutico.
Talvolta vi è l’illusione che, se usati dagli specialisti, portino a un risparmio e a un maggior rispetto dei criteri di appropriatezza. Vogliamo dimostrare che il medico di famiglia è la figura di riferimento per trarne i maggiori benefici sia in termini di costi che di efficacia”. L’iniziativa è realizzata anche grazie al supporto della Public Affairs Association,  che ha come scopo di sviluppare conoscenze e competenze per l’elaborazione di specifici programmi di accesso alla sanità.

 

 

Ufficio stampa Intermedia

030.226105

intermedia@intermedianews.it

Carica più articoli correlati
Carica ancora in Anno 2010

Leggi Anche

20 Dicembre 2010: I dati del VI Rapporto Health Search della SIMG che fotografa la situazione nazionale

OGNI MEDICO DI FAMIGLIA ESEGUE 30 VISITE AL GIORNO "AUMENTA IL LAVORO, IN 7 CASI SU 10 PRE…